sabato 30 novembre 2013

Un tè speciale!

Aspettando il Natale è bello creare occasioni diverse per stare insieme. 
Nel tempo libero, anche se veramente poco, per esempio la domenica, inventiamoci un momento
speciale con le nostre amiche del cuore. 
Che ne dite di un ricco tè di Natale al profumo d'arancia?
Propongo insieme ai dolcetti con una selezione di tè diversi, 
con zuccheri particolari e aromatizzati clicca qui, delle scorze grattugiate di limone e arancia, 
nonchè spezie come la cannella o le bacche di ginepro( consiglio di una zia) 
per una nuova e saporita interpretazione del tè delle cinque.


giovedì 28 novembre 2013

Biglietti da visita natalizi!

Quest'anno ho pensato di fare con le mie mani un piccolo pensiero per tutti i miei colleghi di scuola in occasione del Natale. E' il primo anno che insegno in questa scuola ed è una scuola  piccola, è una scuola di paese e già siamo quasi tutti in confidenza, così ho pensato di fare dei bigliettini da visita natalizi per far conoscere il mio lavoro di creativa anche ai miei colleghi.
Ecco cosa ho fatto:







Regalo da Sara!


Care amiche, vi ricordate il Giftaway di Sara ?
Ebbene si, sono io la vincitrice! Non ci posso credere, non ho mai vinto niente in vita mia, intendo ai giochi, perchè penso di essere una persona fortunata dal momento che ho tutto quello che mi occorre per vivere una vita dignitosa e felice.
Ma adesso torniamo a noi............
Et voilà
il regalo è questo qua!


lunedì 25 novembre 2013

Centrotavola natalizi!

 Care amiche, come già vi ho accennato in un post precedente, ho preparato qualche centrotavola natalizio che potete usare per abbellire la vostra tavola per la cena della Vigilia o il pranzo di Natale.
Questo sotto già lo conoscete, è Il Cestino della Fortuna che già vi ho presentato come Progetto di Natale per il Blogpal di Novembre.
Per il tutorial cliccate qui


venerdì 22 novembre 2013

Decorazioni natalizie

Ecco, care amiche,  cosa sto facendo in questi giorni: mi sto preparando per il Natale! 
Non ho molto tempo per lavorare alle decorazioni come vorrei io, ma ritaglio i momenti di pausa per poter creare e fare finalmente qualcosa che mi piace.
Vi mostro quello che ho fatto tempo fa e quello che ho fatto in questi giorni, oltre ai centrotavola che vi mostrerò in un altro post futuro (perchè non sono finiti)

 

mercoledì 20 novembre 2013

Bianco e oro: che cosa c'è di più chic per una tavola natalizia?


Avete mai pensato di incorniciare la vostra tavola per renderla più preziosa e 
per rendere indimenticabile il vostro pranzo di Natale?
Un tocco di poesia, qualche spruzzo d'oro, pensieri e parole
 che si rincorrono sulla vostra tavola. 
Raccogliere desideri nascosti, versi, buoni propositi, portarli in tavola 
rendendo così partecipi famigliari e amici!  
La prima operazione è usare una tovaglia di tessuto grezzo, tovaglioli 
fermati con un nastrino bianco dove avete scritto, con pennarello dorato,
le parole e le frasi che più vi piacciono.
Le parole sono anche le protagoniste del centrotavola: 
un groviglio di rami dorati a cui appendere bigliettini con pensieri, 
idee e riflessioni, quasi un riassunto dell'anno trascorso o 
anticipazioni dell'anno a venire.
I segnaposto possono essere realizzati con la pasta sfoglia, 
tagliata a forma di stella e poi cottabrevemente al forno. 
Una volta raffreddati, con un tubetto di glassa bianca, 
ci scriviamo sopra il nome degli ospiti. 



Il menù può essere incorniciato  e posizionato al centro vicino al centrotavola.



Menù:
Spiedini di pollo e vol au vent alla ricotta
Risotto con pere, noci e miele
Filetto di maiale farcito ai porcini in salsa di Mirto
Tronco con crema di castagne

Con questo post partecipo a


decoriciclo

domenica 17 novembre 2013

BLOGPAL di NOVEMBRE! STAFFETTA DI BLOG parte II

STAFFETTA DI BLOG parte II

Amiche devo terminare un lavoro che ho lasciato a metà!
Se andate sul blog Zukkero Philato della mia amica Francesca troverete il mio progetto di Natale 


IL CESTINO DELLA FORTUNA



Le feste natalizie portano inevitabilmente il pensiero verso l’anno nuovo. E’ perciò di buon augurio per un anno uovo felice e prosperoso unire ad un tocco di delicatezza, dato dai lilium,  un tocco di fortuna, dato dai melograni.
 Ecco come fare
Occorrente:
1 cestino
2palline di polistirolo
2 melograni
2 o 3 lilium
piselli disidratati o lenticchie secche
fiori di stoffa bianchi
muschio
neve spray


  •   disponete della spugna da fiori bagnata in un cestino
  •  accorciate il gambo dei lilium e inseriteli nella spugna.
  •  Rivestite di colla le palline di polistirolo
  •  rotolatele nei piselli disidratati o nelle lenticchie secche
  • infilatele in uno stecchino lungo da spiedino e infilatele nella spugna.
  • aggiungete due melograni, alcuni fiorellini bianchi di stoffa e le candele “allungate” con gli stecchini.
  • Ricoprite gli eventuali buchi con il muschio. Spruzzate con neve spray
 Facile, vero? Ma di grande effetto!

Adesso andate a vedere il tutorial della mongolfiera di Francesca sul suo blog

Grazie, cara Francesca, mi sono divertita un mondo a progettare insieme a te!
Adesso ci aspetta lo Swap!
Presto arriverà il mio pacchettino.
Un abbraccio a tutti
Sara


Ghirlanda stellata!

Da un po' di tempo, care amiche e cari amici, mi è presa una vera e propria mania delle ghirlande natalizie. la prima  era questa
avrei potuto fare di meglio, lo so, ma come ripeto è stata la prima.

Oggi voglio mostrarvi la seconda che ho fatto

Che ne dite' Va un po' meglio?
Direi di si anche se ancora non sono capace a fare delle foto decenti. 
Ciao a tutti e buona domenica!
Sara


Con questo post partecipo al

http://my-littleinspirations.blogspot.com/2013/11/soft-inspirations-linky-party-13.html

BLOGPAL DI NOVEMBRE: STAFFETTA DI BLOG (PARTE 1)


STAFFETTA DI BLOG (PARTE  1) 

Care amiche dopo la bella e interessante intervista fatta a Francesca del blog Zukkero Philato


 Zukkero Philato 
vorrei presentarvi oggi il progetto di Natale che Francesca ha preparato per tutte voi, amiche blgger.


MONGOLFIERA DI NATALE
"Ciao a tutte! Siamo ormai nel pieno del nostro Blogpal! 
Ringrazio Sara per aver ospitato questo mio progetto ma, dato che è un po’ lungo e laborioso e non voglio abusare della sua ospitalità, per i dettagli rimando al mio blog, dove potrete vedere anche la creazione di Sara!

Chi mi segue sa che ultimamente non vedo altro che mongolfiere! Per Natale ho pensato dunque di crearne una tridimensionale, con materiale di recupero e questo è il risultato! Che ve ne pare? 
A presto e grazie mille Sara! 
Francesca."


sabato 16 novembre 2013

Swap con Laura e raccomandazioni sul ComplyCandy!

Amiche, vi ricordate la mia abbinata del Blogpal+Swap di ottobre, Laura del blog DIRE,FARE...SCRAP! ? Certo che si, vero?
Ebbene, guardate che cosa mi ha mandato per concludere il nostro progetto del mese di ottobre!


 Una cornice bianca, due gessetti profumati a forma di cuore e tre tags per gli auguri di Buon Natale che sicuramente userò nei miei regali di Natale.
Non sono carine?
Grazie Laura un bacione e vienimi a trovare!

Vorrei inoltre ricordarvi che è in corso una giocosa iniziativa sul mio blog  "Il  mio ComplyCandy"


 e che per partecipare dovreste inserire il banner sopra, nella vostra sidebar.
Ricordo ad alcune amiche che ancora non l'hanno fatto che queso inserimento è necessario per far conoscere a più blogger possibili questa iniziativa. 
GRAZIE CARE CONTO SU DI VOI!

martedì 12 novembre 2013

Tavola di Natale rosso corallo

Perchè non invitare i nostri amici ad una cena della Vigilia di Natale un po' diversa dalle solite? 
Una cena non convenzionale nella decorazione della tavola 
ma con un menù a base di pesce come vuole la tradizione.
Quando ci sederemo a questa tavola, apparecchiata con una tovaglia rosso corallo, 
saremo accolte da nuove sensazioni visive. 
Perchè? 
Perchè questa tavola ha i colori tipici del Natale ma non gli addobbi più scontati!


Conchiglie e coralli, infatti, sostituiscono le classiche palle di natale, 
le pigne, il ginepro e tutte le decorazioni tipiche del Natale. 
Come centrotavola un'onda di tulle color avorio con lucine.
Recuperiamo quanti più possibili souvenir marini, 
conchiglie piatte o a forma di cono, rami portati dal mare 
e spruzziamoli con lo spray d'oro e decoriamoci la tavola.
 Le conchiglie piatte sono adattissime a scriverci qualche frase di augurio 
o come segnaposti personalizzate con i nomi. 
Le altre conchiglie e i rametti decorati come coralli 
li possiamo mettere sul centrotavola di tulle.  

E adesso pensiamo al menù:
Tartine al salmone
Cupoletta di ricotta e panettone

Spero che questa nuova idea vi sia piaciuta.
Alla prossima!
Sara

Con questo post partecipo a

decoriciclo

domenica 10 novembre 2013

BlogPal+ Swap di Novembre!


Care amiche eccomi di nuovo a parlarvi dell'iniziativa di Alex di C'è crisi, c'è crisi, che insieme a Alessia di Scrapt& Craft, ci da la possibilità di divertirci un mondo. 
Parlo del BlogPal+Swap di Novembre!

Oggi vi presento Francesca del blog Zukkero Philato!


 E' la mia abbinata nello BlogPal+ Swap di novembre. 
Grazie all'iniziativa di Alex e di Alessia, sto conoscedo nuove blogger con capacità creative notevoli e nettamente diverse dalle mie. 
Francesca si occupa del Packaging e guardate che cosa ha fatto:


Biglietto di auguri per un amico!


Adesso ve la presento!
Ecco cosa dice Francesca:
"Ciao a tutte! Innanzitutto vorrei ringraziare Sara per aver partecipato a questa bella iniziativa che mi da l’opportunità di farmi conoscere meglio! Mi chiamo Francesca e vivo a Roma. Adoro la letteratura, l’arte e i lavori manuali in genere: tutte passioni che ho ereditato da mia madre…Ricordo ancora che da piccola, quando si avvicinava Natale, ce ne stavamo ore e ore a preparare insieme biglietti colorati da regalare a tutti i parenti..."

Francesca ci racconti come è nato il tuo blog e perché hai deciso di chiamarlo così?
Qualche tempo fa, assolutamente per caso, ho scoperto lo scrapbooking ed è stato subito amore! Così ho iniziato a spulciare negozietti e a seguire diversi blog, aprendomi anche al cucito creativo, alla pittura shabby su stoffa e su legno… Ho ini-ziato a sperimentare, a creare piccoli oggetti per la mia famiglia e i miei amici e solo di recente ho aperto un blog tutto mio. Per diverso tempo sono stata indecisa sulla grafica, sul nome e tutto il resto, ma poi una mia cara amica mi ha “ceduto i diritti” di Zukkero Philato, una canzone deliziosa scritta da lei e dal suo compagno (se volete ascoltarla la trovate sull’home page del mio blog): un titolo dolce, divertente e molto retró che mi è sembrato subito perfetto!

Quale è stato il tuo primo post?
Nel mio primo post ho mostrato il tutorial di un barattolino di vetro riciclato e deco-rato che ho regalato proprio alla mia amica come biglietto di compleanno. Lo ho bat-tezzato dessert da comodino (come un verso della sua canzone) e da quel giorno non ho più smesso di crearne di nuovi: oggi i dessert sono una vera e propria linea! E già che ci siamo, vorrei spendere due parole anche sul bellissimo logo retrò creato dal mio ragazzo appositamente per me: quanta disponibilità per esaudire tutte le mie ri-chieste e sopportare le mie critiche in quei giorni!

Parlaci un po’ più di te: cosa fai nella vita, quali sono i tuoi interessi, cosa ami fare e cosa no…
La mia vita al momento è un po’ incasinata: dopo anni di studi e sacrifici qualche an-no fa mi sono laureata in lettere, con la speranza di poter un giorno insegnare… ma si sa, la strada è lunga e complicata (anzi al momento totalmente bloccata) e dunque ho iniziato i primi lavori (tutti precari e malpagati ovviamente), cercando di rimanere nell’ambito della scuola e della formazione, dedicandomi nel frattempo anche dei concorsi al Comune di Roma e altre cosette…Da un po’ accarezzo l’idea di specializ-zarmi in qualche ramo di artigianato e del riciclo creativo per farne una professione, ma c’è ancora tanto duro lavoro da fare!
Mi risulta sempre un po’ difficile parlare di me e di come sono, preferisco che siano le mie azioni (e creazioni!) a farlo… In generale sono una perfezionista, che tende a dedicarsi a poche cose ma fatte bene, perciò quando si presentano troppe incombenze vado su di giri e divento piuttosto nervosetta, sotto esame-da-concorso poi, così come era per l’università, meglio starmi alla larga! Cosa odio? La mediocrità. Del pensiero, dei gesti, delle parole; la ruffianeria tutta italiana che caratterizza i nostri giorni fa-cendoci pagare duramente colpe di altri; l’assenza di valori, il pregiudizio, la saccen-za… Ma anche il pecorino (e tutti i formaggi stagionati), l’arancione fosforescente e chi usa la locuzione “piuttosto che” in maniera scorretta (per chiarire ogni dubbio c’è un articolo on-line dell’Accademia della Crusca ). Mi piace discutere di tutto, spe-cialmente con chi la pensa in maniera diversa da me, fare le coccole al gatto, assapo-rare un buon caffè, leggere libri (e blog) sotto le coperte quando fuori fa freddo, gio-care coi miei nipotini e vederli ridere come solo i bambini sanno fare, guardare il mio ragazzo negli occhi e ripetermi ogni volta che ho fatto la scelta giusta…
Quando ho finito l’università e ho capito che con la mia laurea in lettere non sarei andata molto lontano è stato un duro colpo per me: in questo senso l’handmade è stata una vera e propria scoperta, un piano B non previsto, che mi sta aprendo davvero a un nuovo mondo ricco di soddisfazioni e che spero possa aiutarmi a trovare, finalmente, la strada giusta!
Grazie, cara Francesca, sono veramente contenta di averti conosciuta.
Per oggi care amiche è tutto e vi aspetto al prossimo post insieme a Francesca!
Un abbraccio
Sara

venerdì 8 novembre 2013

My Compli-Candy!

Care amiche e cari amici, finalmente ho trovato un modo per festeggiare anche io il mio compleanno che sarà il 15 dicembre. 
Beh, non vi dico gli anni perchè un po' di mistero ci vuole! 
Ho deciso che sarò io a farvi un regalo perchè voi me li avete fatti tanti, con i vostri commenti.  
Eppoi che dire del numero di followers? 
Grazie per avere scelto di seguirmi. Allora vi meritate un CompliCandy:
 IL MIO COMPLI-CANDY  

Cosa dovete fare?
Le regole sono semplici! 
1. Lasciate un commento a questo post con la vostra mail
2. Inserite il banner con il link nella vostra side-bar
3. Condividetee cliccate Mi piace sulla mia pagina facebook
Fate conoscere questo candy a più persone possibili perchè se sarete in tante i regali diventeranno due!
 Infine, se vi piace il mio blog e solo se vi fa piacere,
 4. unitevi ai miei followers, non nego che ne sarei felice!

Il 17 dicembre, il primo numero sulla ruota di Roma decreterà il vincitore. Se tale numero non corrisponderà a nessun commento, considererò il secondo numero e così via.
Adesso parliamo di cose concrete: che cosa vi regalerò?
Che ne dite di queste due tovagliette all'americana con legatovagliolo?



Spero che vi piacciano e che partecipiate in tanti così posso farvi anche un altro regalo.

Sara

mercoledì 6 novembre 2013

Per un Natale country.......




Care amiche, siccome Natale si avvicina, che dite di pensare alla tavola natalizia?
Intendo tutta la tavola, dal menù ai segnaposto ai centrotavola e per finire anche qualche ricetta.
Sono un’appassionata di decorazione per la tavola, non mi piace apparecchiare senza un tocco personale!
Anche la tavola di tutti i giorni può essere chic, romantica, country a seconda di come volete.
Bando alle tavole anonime e mano alla creatività!
Apparecchiare la tavola di Natale deve essere un evento, un momento speciale che faccia sentire agli ospiti, sia che siano parenti che amici, partecipi di un vero ricevimento.
Allora cerchiamo nei cassetti le tovaglie dimenticate, magari anche da usare sovrapposte per nuovi giochi di colore e apparecchiamo con i piatti migliori, i bicchieri più belli, arricchiamo la tavola con composizioni fiorite, con candele, con pigne, melograni, rametti di pino, sassi, palline colorate.
Se è una cena, decoriamo con le lucine solitamente usate per l’albero, per creare bagliori e luccichii
che illumineranno questa notte magica.
E, per quanto riguarda il menù, non è il momento di osare troppo: stiamo sul classico, magari rivisitando vecchie ricette note con qualche tocco di novità nella presentazione.

NATALE COUNTRY

Per chi ama un ambiente caldo, non convenzionale perché non pensare ad un Natale country? 
Allora prepariamo una tavola colorata dove la protagonista assoluta è la tovaglia, realizzata con tanti pezzi di stoffa diverse, dal sangallo bianco, allo scozzese dal classico quadratino bianco e rosso alle fascinose rose stampate. 


Sulla tavola, il bianco della neve  e il rosso delle feste natalizie: piatti di vetro bianco, i bicchieri bianchi e rossi, tovaglioli tutti diversi realizzati con le stoffe delle balze legati con nastrino in tinta.
Come centro tavola possiamo optare per una cosa semplice ma d’effetto come questo: 

preso dal web


Per segnaposto possiamo fare dei pacchettini con delle scatolette, incartate con carta bianca legate con nastrino rosso a quadretti bianchi rifinite con un fiore e un biscottino di pandizenzero attaccato. Dentro alla scatoletta possiamo mettere un pensierino per i nostri ospiti!




Per la ricetta dei biscotti di pan di zenzero andate qui

Come menù per un Natale country, vi propongo:
  • vol au vent alla ricotta, al prosciutto cotto e ai wuerstel qui
  • lasagne al ragù
  • lonza di maiale all’uva rosata
  • mini plum cake con mirtilli e yogurt.qui


Per oggi vi saluto e vi rimando al prossimo post su come apparecchiare la tavola per Natale.

Ricordo alle amiche lettrici che se volete posso cucire per voi la tovaglia country e i tovaglioli. 
Basta scrivere all’indirizzo : 
ilblogdimaryanne@libero.it 
per informazioni sul prezzo, i colori e le misure.
Quest’anno a Natale compra handmade!


sabato 2 novembre 2013

Lo sapevi che...? Omaggio a Lou Reed!



Eccoci, care amiche al 10 apuntamento con la Rubrica "Lo sapevi che...?"

L'argomento che vorrei trattare oggi è ancora la MUSICA e vorrei ricordare un grande rocker come
LOU REED.
Solo un post breve breve per ricordare questo uomo così eclettico, duro, anticonformista, intollerante della normalità, ma, alla fine della sua carriera, così tenero nonostante tutto!   
Ecco quello che diceva nel 1973:
" Se Dio mi apparisse domani e mi domandasse:" Vuoi essere il presidente degli Stati Uniti?" risponderei "No", "Non ti piacerebbe una carriera politica?" "No". "Ti piacerebbe fare l'avvocato" "No" " Cosa vuoi dunque?" " Sonare la chitarra ritmica".
Ecco cosa piaceva a Lou Reed!
Lou Reed è sinonimo dei Velvet Underground e quando uscì , nel bel mezzo degli anni Sessanta, il loro disco faceva quasi paura.
Parlava di un mondo che in quel momento nessuno voleva realmente vedere.
Un mondo in bianco e nero, tetro, brutale.
Certo è che nessuno aveva guardato ai bassifondi di una società per avere ispirazione artistica!
I Velvet raccontavano le brutture del tempo proprio nel mezzo delle summers of love proprio mentre  il pianeta giovanile esplodeva nei suoi mille colori di rivoluzione. Odiavano gli hippies e il rock sognante dei gruppi californiani e detestavano la retorica dell'utopia. Non hanno mai promesso un mondo migliore, anzi, e proprio per questo escono dalla memoria di quegli anni con sorprendente attualità.

 
  • Lo sapevi che...? The Velvet Underground & Nico, primo album dei Velvet Underground, è noto anche come Banana Album grazie alla copertina disegnata da Andy Warhol, raffigurante una banana che nell'edizione originale si poteva sbucciare e appariva sotto una banana identica ma rosa.  


  • Lo sapevi che...? Insieme alla band figurava la cantante Nico che era una modella tedesca di nome Christa Päffgen. La ragazza venne invitata dal produttore e amico Andy Warhol,  il quale pensò che l'aggiunta della carismatica figura dell'algida modella tedesca potesse far guadagnare popolarità al gruppo.
Nel 1990 Lour Reed e John Cale, che aveva lasciato i Velvet Underground per incomprensioni infuocate, si ritrovarono e scrissero una splendida elegia alla memoria di Warhol Song for Drella


   

Negli ultimi tempi Lou Reed è stato un distillato di poesia, col tempo ha perfezionato le sue qualità letterarie diventando il più grande dei poeti rock. 
Con poche parole e con la densità del suo personaggio riesce ad evocare un mondo intero. 
Il guerriero con alle spalle l'inferno, la droga, gli abissi della coscienza, in una delicata accettazione della normalità, un dolceamaro "Perfect Day", ha raggiunto un istante di pace che è 
la più ambita delle mete.
Avrei voluto scrivere di altri grandi uomini della musica ma non posso associarli a LOU REED perchè secondo me era unico!
Mi è piaciuto tanto il Lou Reed degli ultimi tempi, quando maturando la convinzione che "normale" è bello, ha fatto canzoni stupende come Perfect Day
...Just a perfect day
you made me forget myself
I thought I was
someone else, someone good...

...un giorno perfetto, 
mi hai fatto dimenticare me stesso
Ho pensato di essere 
qualcun altro,uno buono.... 

Alla prossima puntata e chissà se parleremo ancora di musica!
Vi aspetto il 16 novembre!
Un abbraccio
Sara